Dopo l’acquisto di una nuova casa o dopo una ristrutturazione con l’installazione di un nuovo pavimento è obbligatorio effettuare un buon lavaggio delle superfici per rimuovere ogni residuo di cemento, malta e colla derivanti dalla posa. Subito dopo l’applicazione, il pavimento presenta inevitabilmente sporco, incrostazioni e residui di malte, cemento, calce o pittura. Per questo, consigliamo di effettuare un lavaggio con detergente apposito che, grazie alla sua formula concentrata, garantisce una pulizia profonda senza aggredire il materiale. Tale intervento può risultare aggressivo nei confronti di materiali e componenti ubicati vicino alla piastrellatura, ad esempio, soglie e davanzali di marmo, serramenti metallici e altro; si invita pertanto a proteggere opportunamente queste parti prima di procedere alla pulizia come riportato in precedenza.

Purtroppo questa operazione molte volte non viene eseguita o viene fatta con prodotti non specifici e questo può causare, nel tempo, diversi problemi al pavimento.

Cosa succede se non viene fatto il lavaggio dopo posa?

    1.  I residui della posa (spesso non visibili ad occhio nudo) restano sulla superficie e lo sporco si  aggrappa più facilmente. Vi è la sensazione, da parte del consumatore finale, che anche un materiale inassorbente possa macchiarsi facilmente.
    2.  I residui diventano parte del materiale, modificandone il colore (ad esempio da bianco a grigio). A volte può accadere che cadano sulla superficie alcune gocce di sostanze acide come alcuni soft drink e vino che sciolgono lo sporco eliminandolo localmente, assumendo la sembianza di aloni e macchie (chiamate tecnicamente “macchie di pulito”).
    3. Se viene effettuato un trattamento antimacchia, i residui di posa e di cantiere si fissano definitivamente sulla superficie.

 

Pulizia quotidiana

Dopo avere effettuato la pulizia “dopo posa” ù, per la pulizia quotidiana si consiglia l’utilizzo di un detergente neutro.
Sono da evitare i detergenti in commercio contenenti cere e additivi lucidanti che possono depositare sul pavimento patine indesiderate. E’ sconsigliato vivamente l’impiego di cere, saponi oleosi, impregnanti e trattamenti vari (idro-oleo repellenti) sul prodotto Supergres, la cui applicazione non è necessaria. In presenza di suddetti trattamenti occorre innanzitutto asportarli dal pavimento utilizzando i prodotti specifici, seguendo le istruzioni riportate dal produttore.
In caso di patine create da sapone, calcare, sporco, occorre invece utilizzare un detergente acido, opportunamente diluito in acqua (attenersi alle istruzioni sull’etichetta del prodotto). É opportuno segnalare che l’acido fluoridrico (HF) e derivati possono danneggiare irrimediabilmente le piastrelle.
Per la pulizia ordinaria si consiglia l’utilizzo di varechina o ammoniaca, opportunamente diluite in acqua.
Tutte le superfici lappate o levigate necessitano di un utilizzo di attrezzature non abrasive durante la fase di pulizia per prevenire opacizzazioni e graffiature.
Si consiglia inoltre l’asciugatura del pavimento onde evitare la formazione di aloni.

NORMA UNI 11943

Introdotta nel 2013, la norma UNI 11493 regolamenta la posa delle piastrelle ceramiche a pavimento e a parete, interne ed esterne, installate principalmente con adesivi, ma anche con malta cementizia o altri sistemi. Nel 2016 è stata pubblicata la norma 11493, elaborata dal Gruppo di lavoro UNI, più precisamente, l’Ente italiano di normazione ha pubblicato due norme tecniche:

      • UNI 11493-1: 2016 Piastrellature ceramiche a pavimento e a parete – Parte 1: Istruzioni per la progettazione, l’installazione e la manutenzione
      • UNI 11493-2: 2016 Piastrellature ceramiche a pavimento e a parete – Parte 2: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza per posatori di piastrellature ceramiche a pavimento e a parete.

La norma, valida a livello nazionale, regola la scelta dei materiali, la progettazione, l’installazione, l’impiego e la manutenzione e specifica quali sono le soluzioni da adottarsi per assicurare il raggiungimento di un alto livello qualitativo e il suo mantenimento nel tempo.

Questa norma – a tutela del consumatore e del professionista qualificato – regolamenta la posa delle piastrelle ceramiche a pavimento e a parete, interne ed esterne, posate con stucco cementizio o epossidico o altri sistemi. La norma prevede l’obbligo della pulizia contestualmente alla posa, per eliminare completamente tutti i residui di materiale di posa dalla piastrella.

 

 

CLICCA QUI PER TROVARE IL DETERGENTE IDEALE

 

.