C’è vita e vita. Perché un conto è stare rinchiusi in quattro mura di un affollato centro abitato, in un appartamento non troppo piccolo ma nemmeno così grande, accerchiati da parenti e vicini rumorosi, con il sole che fa ogni tanto capolino da questa o quella finestra, un altro è avere un giardino, più spazio, attrezzature dedicate al wellness, magari una bella veduta.

E’ così che nelle ultime settimane si assiste ad una vera e propria voglia di evasione, dalla città alla campagna, dalla densità demografica a spazi più a misura d’uomo. La vivibilità è uno dei dati da migliorare della propria esistenza, così la casa torna al centro del nostro universo. Non più mero dormitorio, ma più “life station”, cioè un luogo per vivere, crescere la propria famiglia e lavorare. Tra gli aggettivi più ricercati ci sono spaziosa e comoda, il vero surplus diviene il giardino, o almeno un terrazzo. Si riprogettano gli interni per predisporre lo smart working.

L’emergenza CoViD-19 ha messo in risalto le prolematiche della propria casa, in molti si sono posti domande: “Meglio l’appartamento al centro o la soluzione indipendente in periferia?”. Oppure: “Preferisco un po’ di spazio verde o il terrazzo?”. Ancora: “Devo riprogettare gli spazi da adibire ad ufficio per lo smart-working e permettere ai ragazzi di studiare!”. Questi solo alcuni dei quesiti che girano, oltre che nella mente, sui vari forum dedicati alla casa. E’ in atto una vera e propria riconsiderazione dell’alloggio e del suo utilizzo.

Il Coronavirus ha sconvolto le vite degli italiani, ma in questo periodo di vita tra le mura domestiche le persone si sono riappropriate della loro casa e ne hanno riscoperto il valore. Seppur preoccupate per l’impatto economico (il 59% degli intervistati dichiara di essere molto preoccupato e il 35% di esserlo abbastanza), la maggior parte delle persone (il 62% di chi cerca una casa in vendita e l’80% di chi è alla ricerca di una casa in affitto) non ha cambiato l’intenzione di cercare casa. Anzi, dopo questo periodo di lockdown, ben il 17% è ancor più convinto di comprare una nuova casa.

Una persona su 3 (il 34% degli intervistati da Casa.it), in particolare chi è interessato alla prima casa o ad una casa per sostituire quella attuale, afferma di aver cambiato idea sulle caratteristiche della casa che vorrebbe. Questo periodo che le persone hanno vissuto in casa ha fatto capire i difetti dell’abitazione attuale e l’importanza di aspetti, prima trascurati, che diventano fondamentali nella futura casa.

L’esigenza di avere degli spazi esterni è la più sentita: il giardino privato è in cima ai desideri con il 60% delle preferenze di coloro che hanno dichiarato di aver cambiato le caratteristiche della casa che vorrebbero dopo questo periodo di vita tra le mura domestiche, e il terrazzo è al secondo posto (46%). La luminosità della casa è al terzo posto dei desideri (39%) seguita dall’esigenza di avere una casa più grande (32%) e di avere un balcone (29%). In questo periodo le persone hanno scoperto anche l’importanza di avere 2 o più bagni (23%), un box/garage (22%), una casa con una bella vista (21%), una cucina abitabile (19%), la vicinanza al supermercato (18%), una casa con stanze più grandi (16%), la cameretta per i figli (15%), la presenza di spazi per lo smartworking (11%), il soggiorno (11%), uno studio (10%) e l’isolamento acustico (10%).

Ma non c’è solo la ricerca di nuovi spazi, ridisegnare la propria abitazione è possibile, e anche terapeutico. Vivere in un ambiente più confortevole, funzionale e anche bello è scentificamente più salutare. Attenzione, non scaccia via i malanni, ma di certo ti mette di buonumore vivere in una casa a misura delle tue velleità. Il primo consiglio è chiedersi cosa ami fare, cosa ti rilassa, per capire a quale stanza iniziare a dedicare le nostre attenzioni.

Ad esempio, ami le spa e gli ambienti wellness? Riprogetta il tuo bagno per dedicarti maggiore relax, vasca o doccia che sia, oppure installa una minipiscina in terrazzo o in giardino. Ti piace la natura e ti senti meglio circondato da piante e fiori? Pensa anche a ritinteggiare oppure installa un parato dalle tendenze naturali, contribuirà a rallegrare l’ambiente e renderti più sereno. Secondo la cromoterapia, il verde, nelle sue varianti più tenui infonde calma e allontana lo stress.