L’utilizzo sempre più diffusa della lastra in maxi formato e l’affinamento delle tecniche di stampa sono state le caratteristiche tecniche maggiormente percepibili tra gli stand del Cersaie 2017 a Bologna. Ormai si può riprodurre sulle superfici di ceramica  e altro qualunque tipo di materia e decoro: effetto legno, marmo, pietra, carta da parati, metallo, tessuto, secondo un dispositivo illusorio perfetto che combina il realismo dell’immagine con sorprendenti effetti tattili.

BAGNO – Croce e delizia degli italiani, è la stanza che richiede più interventi e lavori di manutenzione, ma è anche il posto dove rilassarsi, occuparsi della cura del corpo e della bellezza personale. Ma non solo: il 72 per cento degli intervistati (sondaggio internazionale di Houzz su quasi 14mila persone) usa tra una doccia e una rasatura anche smartphone e tablet per controllare le email, inviare messaggi, usare i social media, ascoltare musica e leggere. Inoltre, l’83 per cento di chi ha ristrutturato di recente ha installato una doccia più grande, l’85 per cento ha cambiato la rubinetteria e il 77 ha riprogettato l’illuminazione, con luci più adatte per il trucco o per la rasatura. Insomma, il bagno è a tutti gli effetti un luogo dove si trascorre tanto tempo, quasi sei ore a settimana secondo una ricerca Gfk, e dove si vuole stare comodi.

TREND – Cementine ma non solo. Proseguono i giochi geometrici, patchwork, grafismi, che vivacizzano pavimenti e pareti, riprendono i pattern optical tipici dello stile liberty. Aumenta la voglia di vintage con scelte stilistiche del nostro passato, il tema del marmo è stato reinterpretato in tante nuove dimensioni, grandi, piccoli, a mosaico, irregolari, per offrire la massima libertà compositiva. Altro tema di riferimento quello dei frammenti di materia, un trend che piace perché richiama la tradizione, ma allo stesso tempo diventa attuale e decorativo grazie alle tante reinterpretazioni delle ultime collezioni. A cominciare dai formati esagonali, già visti nelle precedenti edizioni e oggi proposti in tantissime versioni differenti, tridimensionali, scomposti, a patchwork, per dare ampio spazio alla creatività. Le geometrie spezzate ed irregolari sono state un’ altra tendenza forte: superficie colorate a motivi geometrici irregolari, per creare nuovi pattern ed effetti su pavimenti e pareti. Uno dei caratteri di questo nuovo mood decorativo è il wallcovering a sfondo naturalistico-tropicale.